Il cammeleontte

Il cammeleontte

da | 6 Giu 2019 | Biodiversità | 0 commenti

Quasi la metà delle 150 specie di camaleonte registrate nel mondo si trovano in Madagascar.

C’è il più grande dei camaleonti “Parson” che può raggiungere i 65 cm. Ma ci sono anche i camaleonti più piccoli come “Brookesia micra”. Quest’ultimo è la dimensione di una partita! È impressionante !!!

Camaleonte: cambio di umore, cambio di colore

I camaleonti comunicano con i loro colori. E questi colori possono essere cambiati in caso di: malattia, stress, corteggiamento …

Per il corteggiamento, l’animale mostra poi nuovi colori per spaventare il suo rivale o per sedurre la femmina. Questo cambiamento di colore è dovuto alla rete di nano-cristallo del camaleonte che si espande e modifica il modo in cui la luce viene ricevuta.

A riposo, il colore del camaleonte è verde in modo che possa camuffarsi tra la vegetazione. Più della metà delle circa seicento specie di camaleonti del mondo si trovano in Madagascar. Questo strano animale, che è parte integrante della cultura popolare, è uno dei beni della biodiversità della Grande Isola e merita indubbiamente di essere meglio conosciuto e preservato.

Per informazione, i turisti giapponesi sono più interessati ai camaleonti del Madagascar. Ci sono persino alcuni che vengono ad apprezzarli.

Ma non è una ragione per non venire qui. I camaleonti ci affascinano tutti! È un animale eccezionale, perché ci sono camaleonti o “Chamaeleonidae” che sono di gran lunga il più noto delle iguane del Madagascar. È anche la famiglia più simbolizzata tra le iguane.

Camaleonte: occhi indipendenti e lingua rispetto a una molla

Gli occhi del camaleonte possono muoversi indipendentemente l’uno dall’altro. Questa abilità gli consente di rilevare i movimenti nei dintorni senza muovere o addirittura girare la testa.

Nell’apprezzamento della distanza tra lui e la sua preda, gli occhi adottano una visione binoculare, vale a dire che entrambi gli occhi sono usati simultaneamente. Oltre a questa adozione della visione binoculare per apprezzare la distanza, il camaleonte vede due immagini diverse. Ciò gli consente di rilevare la preda e monitorare i predatori.

La lingua protrattile del camaleonte è ancora più impressionante dei suoi occhi. Gli permette di catturare con precisione la preda, a una distanza molto lunga. La fine della lingua coperta da muco appiccicoso non offre scampo. La lunghezza della lingua varia a seconda della specie, ma può essere lunga quanto il corpo dell’animale.

libero adipiscing elit. felis porta. Phasellus luctus commodo libero fringilla nunc odio