le tradizioni malagasy

tradizioni e patrimoine culturale malgascia: una catena di trasmissione

le tradizioni malagasy

tradizioni e patrimoine culturale malgascia: una catena di trasmissione

le tradizioni malagasy

tradizioni e patrimoine culturale malgascia: una catena di trasmissione

le tradizioni malagasy, 15 giorni

Il patrimonio è ciò che i nostri antenati hanno conservato e lasciato in eredità ai loro discendenti, a volte perché ci ricordassimo di loro e di come erano le loro vite, a volte secondo le circostanze. È un’eredità che si trasmette da una generazione all’altra, e noi tutti facciamo parte di questa catena di trasmissione.

Questo tour di 15 giorni ci permette di scoprire le tradizioni e le potenzialità del popolo Malgascio, ereditate sia dai loro antenati, che degli stranieri che hanno arricchito il Madagascar delle loro tradizioni.

Giorno 1: Arrivo Antananarivo

Giorno 2: Antananarivo – Antsirabe

Giorno 3: Antsirabe – Ambositra

Giorno 4: Ambositra – Antoetra- Ambositra

Giorno 5: Ambositra – Sahambavy

Giorno 6: Fianarantsoa – valle Tsaranoro Andringitra

Giorno 7: Valle dello Tsaranoro.

Giorno 8: Valle dello Tsaranoro – Parco Isalo

Giorno 9: Parco Isalo

Giorno 10: Parco Isalo – Mangily

Gioni 11, 12 e 13: Mangily (Ifaty)

Giorno 14: Tulear – Antananarivo

Giorno 15: Palazzo Reale  Ambohimanga

FINE DEL NOSTRO SERVIZIO

 

Giorno 1: Arrivo Antananarivo

Antananarivo è la capitale del Madagascar, la città dei “mille guerrieri” nata nel 1610 ai tempi del re Andrianjato, una città di reincarnazione di vecchie macchine 2CV, 4L … che sono ancora in uso fino ad ora, grazie al lavoro malgascio.

Dopo vari controlli, all’aeroporto di Ivato, incontrarai la tua guida per la prima volta. Ti consigliamo di cambiare i soldi in aeroporto, in quanto il tasso migliore che in altri posti. Trasferimento e pernottamento in hotel.

Giorno 2: Antananarivo – Antsirabe

Dopo colazione, partenza per il sud, prendendo la famosa RN7. Appena fuori città, scoprirai l’abilità dei malgasci nel costruire mattoni, tecnica ereditata dai francesi approdati nel sud-est del Madagascar: Jean Laborde. Continuiamo verso sud, per visitare Ambatolampy e il laboratorio di pentole di alluminio, lavorazione che i giovani locali hanno ereditato dai loro antenati.

Nel pomeriggio, proseguiamo la strada per ammirare gli splendidi paesaggi degli altopiani: le tombe della tribù Merina, i raccolti coltivati a terrazzamento, i campi di grano, il riso e i vari ortaggi

Alla fine del pomeriggio, si giunge a​​ Antsirabe. Cena e pernottamento ad Antsirabe.

Giorno 3: Antsirabe – Ambositra

La mattinata è dedicata alla visita della città dell’acqua: Antsirabe. Partenza per la visita dell’hotel delle terme, il primo hotel del Madagascar, costruito nel 1897. Proseguiamo la visita del laboratorio di pietre semi-preziose gestito da Joseph. E infine, il viaggio ci porterà alle officine di corno di zebù e all’officina di riciclaggio di oggetti in miniatura.

Prima di andare al ristorante per assaggiare il piatto malgascio, ci sarà la possibilità di organizzare un piccolo giro in risciò per te.

Nel pomeriggio, proseguiremo verso sud, ammirando la variazione di paesaggio di Ambositra: letteralmente “luogo dove castrare lo zebù”. Alla fine del pomeriggio, visita il laboratorio di legno intagliato. Ambositra è la capitale della Zafimaniry, famosa l’intaglio del legno.

Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 4: Ambositra – Antoetra- Ambositra

Partenza per Antoetra, al mattino presto per visitare l’autentico villaggio dello zafimaniry. Dopo due ore di viaggio, arriverai ad Antoetra, il capolinea della strada accessibile in auto. Da lì inizieremo una breve escursione a Ifasina. Questa è la sezione più visitata dai turisti che attraversano il Madagascar, durante il loro viaggio sulla RN7. Partendo da Antoetra, mine remo per circa 10 km in un giorno: quattro o cinque ore di cammino al tuo ritmo, per andare avanti e indietro e visitare il tipico villaggio Zafimaniry più vicino: Ifasina. Non è un’escursione impegnativa.

Pranzo al sacco. Alla fine del pomeriggio, ritorno ad Ambositra.

Cena e pernottamento in hotel Ambositra.

Giorno 5: Ambositra – Sahambavy

Partenza da Ambositra a Fianarantsoa. Dopo essere arrivati ​​nel villaggio di Antokomasiaka, 10 km prima di arrivare a Fianarantsoa, ​​ci prepariamo per una breve escursione, oltrepassando tre villaggi tipici di Betsileo. Il primo villaggio si chiama Antokomasiaka, dove si trova una chiesa, il nostro punto di partenza; quindi passiamo nel secondo villaggio che si chiama Solaitra e il terzo villaggio reale Vohimasina. I tre villaggi rappresentano le arti e gli stili di vita della tribù Betsileo. Visiteremo il villaggio e la casa del re e a mezzogiorno, in seguito ci delizieremo con un pasto tradizionale con le persone del posto.

Nel pomeriggio, visita alla piantagione di tè. La piantagione di tè Sahambavy è l’unica in Madagascar. Gli esperti stanno lavorando sia allo sviluppo del tè verde, noto per le sue qualità salutari e attualmente molto richieste nei mercati occidentali, sia a un progetto sul tè biologico.

Cena e pernottamento presso l’hotel Lac. Hotel di charme a Sahambavy il Lac Hotel è situato ai piedi del giardino del tè a Fianarantsoa, dove alloggeremo in palafitte

Giorno 6: Fianarantsoa – valle Tsaranoro Andringitra

Partenza dall’hotel la mattina per visitare il laboratorio di seta di “Soa Landy”, un piccolo laboratorio che tratta i bozzoli dei bachi da seta selvatici che vivono in simbiosi sulle foglie di tapia. Sarà possibile visitare anche il laboratorio di carta Antemoro a Bougainvilliers. Dopo le visite al centro di Ambalavao, si continua la strada per Anja Park: un piccolo parco gestito dalla COBA (Comunità di Base), che protegge una specie di lemure autoctono, il lemure Maki Catta. La riserva è il luogo ideale per vedere lemuri, camaleonti e talvolta serpenti.

Nel pomeriggio, dopo pranzo, si prosegue verso sud, fino al bivio per Andringitra dopo 20 km. Si prosegue poi per un’ora di auto la strada asfaltata della valle dello Tsaranoro. Per quanto riguarda il sito turistico di Andringitra, la valle dello Tsaranoro è nota per i suoi siti di escursionismo, arrampicata e parapendio. Si tratta di uno dei luoghi più famosi del Madagascar. Tsaranoro si trova nel comune di Vohitsoaka, vicino al Parco Nazionale Andringitra, a sud di Fianarantsoa. Tsaranoro è anche il nome della valle in cui si trova.

Questo territorio offre paesaggi superbi, in cui si trova anche il villaggio di Morarano, costituito da case tradizionali e arroccato ad un’altitudine di 850 m. Tsaranoro è spesso considerato come il punto di partenza per la salita del picco di Boby. La salita inizia alla fine della foresta sacra, lungo un sentiero che conduce ad un altopiano. Da lì, la vista sulla Montagna Caméléon è magnifica. Il percorso prosegue attraverso una stretta valle in cui si trova una splendida foresta di palme, per poi aprirsi in una vista panoramica mozzafiato dall’altopiano.

Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 7: Valle dello Tsaranoro.

Questa giornata sarà dedicata all’escursione nella valle di Tsaranoro, vino alla cima del camaleonte a 1600m di altitudine. Lungo la strada, si ammirano splendidi paesaggi,  una vegetazione lussureggiante, e numerosi animali come uccelli e lemuri catta.

Pranzo al sacco e tardo pomeriggio ritorno in hotel.

Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 8: Valle dello Tsaranoro – Parco Isalo

Partenza dall’hotel per raggiungere la strada asfaltata della RN7, i suoi meravigliosi paesaggi. Percorreremo attraverso Ankaramena, un piccolo villaggio circondato da alberi di mango, papaia e molti altri frutti.

Piccola sosta alla splendida vista che permette di ammirare una grande roccia a forma di cappello da vescovo. Questo luogo, molto sacro alla tribù dei Bara, è il luogo in cui molti dei loro antenati vi si gettarono, suicidandosi, per evitare di essere succubi del comando del re Radama I.

Pranzo lungo la strada; consigliamo di pranzare a Ihosy, la capitale della tribù Bara e la capitale della regione di Ihorombe. La morfologia generale di Ihorombe rivela tre settori molto distinti (est, ovest e sud), e presenta rilevanti differenze dal punto di vista paesaggistico e microclimatico. La regione è la meno popolata del Madagascar, 178.000 abitanti, con una densità di circa a 6,5 ​​abitanti / km²; le famiglie sono composte da 4 a 5 persone e la popolazione si occupa perlopiù di allevamento e agricoltura, favorita dalla presenza di vaste terre coltivabili e fertili. L’agricoltura estensibile è facilitata dalla lontananza  dei villaggi (in media sono distanti di 70 km) e dall’instabilità delle aree degli habitat della popolazione. Tutto ciò però non facilita la suddivisione organizzativa amministrativa delle zone.

Dopo pranzo, trascorreremo il resto della giornata attraversandoil famoso altopiano Ihorombe, che fa parte delle sei categorie di aree protette gestite da IUCN.

Cena e pernottamento in hotel

Giorno 9: Parco Isalo

Partenza anticipata per una breve escursione all’interno del parco Isalo.

Questo è costituito da arenarie che solitamente non si trovano sul Sakamena, ricco invece di conglomerati basici. Ci sono residui fossili di legno silicizzato.

Una volta lì, la guida locale spiegherà non solo la  molto affascinante conformazione rocciosa,  ma anche i riti delle popolazioni locali che seppelliscono i loro morti all’interno del parco.

Pranzo al sacco fornito da giovani cuochi locali. Alla fine del pomeriggio, attenderemo il tramonto per ammirarlo dalla finestra dell’Isalo: il sole tramontando, si incornicia in questa conformazione naturale della roccia, formato dall’erosione del vento.

Cena e pernottamento in hotel.

 Giorno 10: Parco Isalo – Mangily

Partenza da Ranohira per raggiungere la regione di Atsimo Andre¬fana che occupa la parte meridionale del bacino di Morondava; questo territorio è formato da una successione di depressioni e pendii (cuestas) e altipiani.

La struttura geologica della superficie dà al bacino la forma di una sorta di glacide inclinata verso ovest, intersecata da faglie e che affoga gradualmente verso il mare.

Grazie al suo particolare clima, alla natura dei suoi suoli e ai rilievi, nella Regione di Atsimo Andrefana si possono incontrare due tipi di vegetazione: conformazioni di terra e formazioni costiere o di mangrovie.

Sugli altipiani calcarei interni, ci sono fitte foreste secche che dominano solitamente l’Occidente e Com¬miphora e Dalbergia, savane con erbe prevalentemente: Danga o Ahidambo (Heteropogon contortus), Vero (Hyparrhenia rufa) elementi legnosi come Sakoa (Poupartia caffra).

Sosta a ILAKAKA per la visita alla cava di zaffiro che si trova a circa 30 km dal parco. In origine, nel 1998, Ilakaka (dal suo nome ufficiale “Andohan ‘Ilakaka”) era solo una pianura con una piccola diga su un fiume. La scoperta dello zaffiro ha creato una vera e propria corsa verso questa brughiera del deserto, una ventina di chilometri a sud di Ranohira lungo la RN7.

Arrivo intorno alle 13:00 a Tulear; è il momento di gustare un piatto di pesce in un ristorante tipico specializzato in frutti di mare: buon appetito!

Nel pomeriggio, prenderemo la RN9 che collega Tuléar a nord, a Morondava, con una piccola sosta a Mangly, a 30 km da Tuléar.

Prima di riposare all’hotel che si trova di fronte al Canale del Mozambico, attraverseremo la riserva Reniala per ammirare moltissimi baobab dalle forme differenti e affascinanti. La visita dura circa un’ora.

Cena e pernottamento in hotel.

Gioni 11, 12 e 13: Mangily (Ifaty)

Giornata libere iornate di relax in riva al mare del Canale del Mozambico. Ci sono molte attività che è possibile fare, a seconda della tue preferenze: gita in canoa, snorkeling, visita al villaggio di pescatori.

Cena e pernottamento in hotel

 Giorno 14: Tulear – Antananarivo

Partenza da Tulear per Antananarivo con la compagnia aerea locale “Tsaradia” che dura 2 ore. Quando arriveremo ad Antananarivo, avremo la possibilità di visitare la città alta per una vista panoramica della parte ovest di Antananarivo.

Giorno 15: Palazzo Reale  Ambohimanga

Dopo la colazione, partenza per la visita del palazzo del re Andrianampoinimerina ad Ambohimanga, che si erge su una collina, classificata come patrimonio mondiale dall’UNESCO. Visiteremo costituito da la città reale, il sito funerario reale e una serie di luoghi sacri.

Nel pomeriggio, andremo alla scoperta della il mercato delle dighe, un mercato artigianale in cui è possibile acquistare piccoli souvenir del Madagascar prima di tornare.

Hotel e dopo cena trasferimento in aeroporto.

 

FINE DEL NOSTRO SERVIZIO

PREZZO: 1619€ a testa, quota a base di 2 personne  

La quota comprende:

  • Pernottamento in camere Standard (doppie o twin)
  • Tasse di soggiorno negli hotel
  • Mezza pensione ( colazioni e cene )
  • Veicolo 4*4 privato in ottime condizioni (con aria condizionata)
  • Indennità autista e guida accompagnatore parlante italiano
  • Carburante duarante il tour
  • Ingressi ai parchi e riserve menzionati nel programma e guide locali o il Ranger parlante inglese e/o francese.
  • Tutti i transferimenti aeroporto-hotel-aeroporto

La quota non include:

  • I pranzi durante il tour
  • Bevande
  • mance e extra
  • i voli interno e internazionale (Italia – Madagascar)
PERNOTTAMENTO
GIORNI CITTÀ/VILLAGGI ALBERGO MEZZA PENSIONE
Giorno 1 ANTANANARIVO Chalet des roses
Giorno 2 ANTSIRABE Hôtel H1
Giorno 3 AMBOSITRA Hôtel Artisan
Giorno 4 AMBOSITRA Hôtel Artisan
Giorno 5 SAHAMBAVY Lac Hôtel
Giorno 6 ANDRINGITRA Tsara Camp
Giorno 7 ANDRINGITRA Tsara Camp
Giorno 8 RANOHIRA Hôtel H1
Giorno 9 RANOHIRA Hôtel H1
Giorno 10 MANGILY Baboo Club
Giorno 11 MANGILY Baboo Club
Giorno 12 MANGILY Baboo Club
Giorno 13 MANGILY Baboo Club
Giorno 14 ANTANANARIVO Chalet des roses
Giorno 15 ANTANANARIVO Chalet des roses Day Uses
       
accumsan sem, quis, ut vulputate, Donec ut ipsum libero Donec dolor